La Culla dell’Ingegno e le Sfide del Futuro

Mentre leggo l’articolo “Una Repubblica fondata sugli “Anti”” (raggiungibile dal link http://www.ilgiornale.it/news/cronache/repubblica-fondata-sugli-anti-1693434.html) riconosco il nostro oggi e alla fine intravedo anche un po’ del nostro ieri. Poi ricordando che solo se conosci il passato puoi costruire il futuro, ipotizzo che non ci stiamo proiettando nel nostro futuro proprio perché viviamo alla giornata e non riflettiamo sul passato: anche se studiamo la storia a scuola, soprattutto quella dei secoli passati e molto meno o quasi nulla quella moderna, la società in cui viviamo ci fa ritenere “figli di alcuni decenni”. Studiamo sì la letteratura e l’arte italiana dalle origini ad oggi. Sappiamo, o dovremmo sapere tutti chi è Dante, chi è Giotto… Ma in realtà le Istituzioni Italiane ed i mass media, fuori dalla scuola, nella vita di tutti i giorni e nelle cerimonie laiche, ci rammentano generalmente solo ciò che è avvenuto negli ultimi decenni.

Il Nord America ha una festa che è solo sua, il Ringraziamento. Semplicemente lo rappresenta. Riguarda le sue origini.

La penisola italica oggettivamente non ha una storia nata circa settant’anni fa.

Ad essere precisi sul nostro suolo non è nata una sola civiltà. Millenarie furono sia la civiltà romana (monarchia, repubblica ed impero) che la Repubblica di Venezia. Gli Etruschi, la Magna Grecia, le altre repubbliche marinare, l’Umanesimo ed il Rinascimento… hanno reso ogni dove dell’Italia ricco di Storia.

Sarebbe giusto, più che bello, avere in Italia un giorno di festa che rappresenti tutta la nostra Storia di 3000 anni, una giornata che possa essere sentita da noi tutti, che ci ispiri al futuro.

Il sito amatoriale e pagina Facebook “Il Polo degli Individui”, nato per chi vuole una società a misura di individuo, per chi è conscio che la Vera Uguaglianza sta nell’Individualità che ogni Persona porta in sé, ha pensato ad una data che ci può rappresentare e ci deve ispirare, una giornata emblema di fierezza umana non egoistica. Se un’infinità di individui eccezionali da millenni ha reso grande questo lembo di terra a forma di stivale in ogni campo… se molti furono i navigatori italiani che al servizio delle potenze straniere esploravano il mondo (due cartografi tedeschi coniarono addirittura il nome America in onore di Amerigo Vespucci perché per primo aveva intuito che le nuove terre non erano una porzione dell’Asia, ma un continente staccato), un uomo eclettico tendeva all’infinito: Leonardo da Vinci.

Se un uomo ci può ispirare il Futuro, questo è lui.

La sua data di nascita, il 15 Aprile, è attualmente la Giornata Mondiale dell’Arte, perché ovviamente è il giorno migliore per festeggiarla. Ma Leonardo non è semplicemente un artista o l’artista.

È un dovere per l’Italia celebrarlo.

È un regalo per il mondo.

Lascia un commento