Contratto di governo post-elezioni

Questo post nasce per presentare un’iniziativa, dopo una breve introduzione.

Riporto le parole conclusive del discorso programmatico pronunciato ieri al Senato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte:

Sono giunto alla fine del mio discorso. Il Popolo si è espresso e ha chiesto il cambiamento. Adesso la parola sta a voi. Il vostro voto di oggi sarà parte della storia del Paese. Grazie a tutti.

Senza dubbio circa tre mesi fa, esattamente il 4 Marzo, gli Italiani si espressero andando a votare e poiché meno del 23% di essi scelse coloro che provenivano da 5 anni ininterrotti al governo, il Pd ed i suoi alleati, è giusto dire che il Popolo scelse il cambiamento.

Ma l’Italia è una democrazia rappresentativa dove partiti, movimenti e coalizioni propongono offerte politiche e l’elettore votando sceglie innanzitutto la linea politica che vuole si segua per i prossimi anni.

Il risultato uscito dalle votazioni del 4 Marzo mostra che gli Italiani hanno scelto al 37% il CentroDestra unito che si presentava con un suo programma condiviso e quasi al 33% il Movimento 5 Stelle con un proprio programma.

Quindi le parole pronunciate ieri dal nuovo Presidente del Consiglio, che parlano di cambiamento chiesto dagli Italiani, sono vere, ma generiche. Quale cambiamento? Le proposte elettorale che si leggono nel programma condiviso dal CentroDestra o quelle presentate dal Movimento 5 Stelle?

No, per il neo Presidente del Consiglio sono le proposte post-elettorali contenute nel “Contratto per il Governo del Cambiamento” scritto dal Movimento 5 Stelle unitamente alla Lega dopo il voto del 4 Marzo.

Certamente il Movimento 5 Stelle e la Lega, avendo insieme la maggioranza assoluta dei parlamentari ed essendo l’Italia una Repubblica Parlamentare, potevano formare un governo stipulando un contratto tra loro, come hanno fatto. Ma non perché costretti dal voto degli Italiani.

Se il nuovo governo non risolverà i reali problemi di tutti i giorni non sarà per uno sbaglio elettorale di noi Italiani.

La gente si informa molto durante la campagna elettorale, ma dopo si tiene al corrente di meno.

Ecco perché oggi, giorno in cui il governo 5Stelle-Lega riceve la definitiva fiducia della Camera dei deputati – dopo averla ricevuta ieri al Senato – il sito amatoriale “Il Polo degli Individui” ha deciso di aprire la pagina-evento Facebook Sul “Contratto per il Governo del Cambiamento” scritto e presentato più di due mesi dopo le elezioni.

Coloro che hanno sempre sperato in una vera rivoluzione contro l’oppressione fiscale, giudiziaria e burocratica,

coloro che mentre sgobbano tutto il giorno, scoprono la politica occuparsi di loro per farli stare peggio e procurare loro problemi

ed in generale le persone descritte nelle parole che una anziana signora di campagna pronuncia in un film con James Stewart ”Gente semplice, gente sana, leale ed onesta. Questo solo conta.”

è giusto che conoscano dettagliatamente le pagine del “Contratto per il Governo del Cambiamento”.

Nella pagina-evento Facebook Sul “Contratto per il Governo del Cambiamento” si scriveranno ampi stralci del contratto, commenti ed ovviamente se ne seguirà la realizzazione, sempre tenendo presente il nostro motto “la Vera Uguaglianza sta nell’Individualità che ogni Persona porta in sé”.

Per essere sicuri che questa pagina-evento rimanga aperta per l’intera durata del contratto, è stata scelta come data il 4 Marzo 2023. Nel contratto infatti si legge che esso è “valido  per  la  durata  della  XVIII  legislatura  repubblicana”, quindi al massimo per 5 anni. Se finirà prima, la pagina-evento verrà chiusa nella stessa data in cui finirà la legislatura attuale.

Lascia un commento